Vista di un cranio riconducibile ad un Ursus Speleus
Alta Badia in quota

Nelle tue giornate attive, assicurati un momento di ristoro:

Scopri i Rifugi e le Baite dell'Alta Badia

Il parco naturale Fanes-Senes-Prags

Gli orsi spelèi delle Conturines

Il rifugio Fanes (2100 m), il più bel punto di partenza per visitare la caverna degli orsi spelèi.

Gli orsi spelèi delle Conturines

Le cime di Fanes spruzzate di neve. Vista dal Valun Blanch verso l'alpe di Gran Fanes ed il Ju (passo) de Limo.

La grotta degli orsi spelèi si trova entro l'area del maggior parco naturale delle Dolomiti esistente nel Sudtirolo.
L'isolamento delle cime e di molti acròcori rocciosi in questo angolo dei Monti Pallidi aveva impedito il turismo di massa e specialmente la costruzione di impianti di risalita rendendo possibile nel 1980 la creazione di una grandiosa zona tutelata.

La solitudine estrema della parte sommitale delle Conturines sul lato sud-est ha impedito la scoperta della caverna, cosicché essa è rimasta conservata nella sua bellezza originaria fino ai nostri giorni.
Se fosse stata trovata 15 oppure 20 anni fa, quando non esistevano le limitazioni imposte dal parco, forse si sarebbe costruita una funivia per commercializzarla brutalmente.

Perciò fra la grotta ed il parco naturale esiste una stretta connessione, che favorirà anche in futuro la tutela dell'interno e dei suoi dintorni, attraverso le norme restrittive e gli organi di sorveglianza.
D'altra parte la caverna delle Conturines ha arricchito il parco Fanes-Senes-Prags di un fulgido gioiello.

Così sussistono le migliori speranze che il turismo di massa resti lontano dall'antro degli orsi.
Coloro che hanno un interesse effettivo e si sobbarcano alla fatica non indifferente di risalire il ghiaione privo di un sentiero decente, con la guida esperta potranno visitare la grotta, rimasta intatta com'era in origine.

Gli orsi spelèi delle Conturines

Pices Fanes ed il rifugio Lavarela con il Sas dales Disc.

Gli orsi spelèi delle Conturines

Pices Fanes con la Croda Ciamin.